Sorgendo l'Alba (Claudio Saracini)

From ChoralWiki
Jump to navigation Jump to search

Music files

L E G E N D Disclaimer How to download
ICON SOURCE
Icon_pdf.gif Pdf
Icon_snd.gif Midi
MusicXML.png MusicXML
Finale.png Finale
File details.gif File details
Question.gif Help
  • (Posted 2016-03-28)   CPDL #39055:        (Finale 2012)
Editor: André Vierendeels (submitted 2016-03-28).   Score information: A4, 2 pages, 65 kB   Copyright: CPDL
Edition notes: MusicXML source file is in compressed .mxl format.

General Information

Title: Sorgendo l'Alba
Composer: Claudio Saracini
Lyricist:

Number of voices: 1v   Voicing: S
Genre: SecularAria

Language: Italian
Instruments: Basso continuo

First published: 1620 in Le terze musiche, no. 7

Description:

External websites:

Original text and translations

Italian.png Italian text

Sorgendo l'alba
che'l tutto in alba,
ne l'hore matutine,
da l'Oriente,
lieta e ridente,
rieca di fresche brine.

I vaghi augelli,
l'ragli arboscelli,
dolce d'amor cantando,
forman concenti,
con gravi accenti
che a sei martir da bando.

E a no vi albori,
i loro amori,
sfogan lascevi e gai,
il con lo versi,
politie tersi,
spiegano a l'aria i lai.

Al trisi lagna
che la campagna
tutta ne suona intorno,
e si martira, langu'esospira,
mentre risorge il giorno.

Gli rispond'eccho
dal cavo speco,
fatto di lei pietoso,
e del suo canto
e del suo pianto
atterna il suon doglioso.

La Dea grido
el suo cupido,
altri chiama crudele
e mand'in Cielo
al Dio di Delo,
lisu on di sue querelle.

Cosi dolenti,
stanos'intenti,
mercè chiamando in vano,
cosi chiamio,
bel amor mio,
ma in loco invoito e strano.

Che non risponde
altro che l'onde
a la mia stanca voce,
gode mi facio,
sovente in giaccio,
mentre il foco mi core.